Come faccio a predisporre gli allegati di un'istanza telematica?

Si informa che a partire dalla data del 01 gennaio 2018 la dematerializzazione della Pubblica Amministrazione entrerà in pieno vigore, in forza delle previsioni di cui al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 novembre 2014, recante "Regole tecniche in materia di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici nonché di formazione e conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni ai sensi degli articoli 20, 22, 23-bis, 23-ter, 40, comma 1, 41, e 71, comma 1, del Codice dell'amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005".

 

 

Ne consegue che, a partire dalla stessa data del 01 gennaio 2018 lo Sportello non accetterà più – di norma - documentazione cartacea, ponendosi come fondamentale obiettivo dell’azione amministrativa la gestione documentale informatizzata, e la conseguente sostituzione dei supporti tradizionali della documentazione amministrativa in favore del documento informatico, in aderenza alla normativa vigente.

 

 

Sarà accettato solamente l’invio telematico attraverso lo sportello telematico unificato delle pratiche edilizie, potrà essere richiesto eventualmente dai tecnici comunali la copia cartacea dei soli elaborati progettuali da portare direttamente allo sportello pubblico negli orari di ricevimento.

In una cartella del tuo computer prepara tutti gli allegati previsti per la presentazione dell'istanza, così come descritto nelle specifiche pagine descrittive.

Se non diversamente specificato, i documenti allegati ad un'istanza devono essere in formato PDF/A. Questo formato garantisce infatti il mantenimento dell'aspetto del documento originario, sia esso una pagina di testo, una fotografia o un disegno. Un file in formato PDF/A, inoltre, non può essere modificato: questa caratteristica, unita alla firma elettronica, lo rende adatto a trasmettere informazioni nei procedimenti formali.

Gli allegati cartacei (fotocopie di atti, moduli compilati manualmente, ecc.) devono essere acquisiti con uno scanner e salvati in formato PDF/A.

Per allegare una relazione, stampala in formato PDF/A.

Per allegare la documentazione fotografica, componi un unico documento di testo con le fotografie e la relativa didascalia e stampalo in formato PDF/A.

Quando in ambiente CAD salvi disegni ed elaborati di progetto in formato PDF/A fai attenzione: verifica che il rapporto di scala del disegno non cambi e assicurati che non sia attiva alcuna opzione di adattamento alle dimensioni della pagina (fitting).

Per facilitare la gestione dei file allegati, questi non devono essere di dimensioni eccessive. Per questo è impostata una dimensione massima ammessa. Per evitare di superare questa dimensione, salva i disegni e le fotografie con una risoluzione adeguata alla stampa (200 dpi). 
Ricorda che è presente un limite sul singolo allegato, ma non sulle dimensioni dell’intera pratica! Quindi, se devi allegare file di grandi dimensioni, puoi spezzarli in più allegati, separando diverse tavole o una lunga relazione in più file.

Se non sai come salvare i documenti in formato PDF/A, qui puoi consultare una guida veloce.

.:: Copyright© GLOBO srl - C.F. e Partita IVA 02598580161 - All rights reserved ::.

Lo Sportello telematico unificato  |  Diritti e Privacy  |  Credits